Veneto: coppia gay aggredita da cinque giovani



Un'altra storia di omofobia giunge dalle spiagge italiane, dove due ragazzi gay sono stati aggrediti mentre camminava tranquillamente lungo la passeggiata di Altanea (in provincia di Venezia) per raggiungere in campeggio.
Era sera e i due stavano passeggiando mano nella mano. Quando si sono scambiati un semplice bacio, alcuni ragazzi si sono avvicinai ed hanno iniziato ad apostrofandoli con epiteti offensivi e volgari.
Eppure non c'era stata alcuna provocazione, nessun eccesso: solo ciò che qualunque altra coppia avrebbe potuto fare indisturbata. Non a caso sono immediatamente intervenuti alcuni bagnanti che, prendendo le difese della coppia gay, hanno allontanato i violenti prima che la situazione potesse degenerare.
Tornati nel loro appartamento, i due ragazzi hanno deciso di terminare lì le vacanze e di allontanarsi immediatamente da Caorle. L'omofobia incontrata nel Veneto (terra dove i gruppi dell'integralismo cattolico hanno ottenuto molta visibilità nelle loro crociate d'odio) li ha turbati al punto da non sentirsi più sicuri a rimanere lì.
L'episodio è stato condannato anche dal presidente nazionale di Confturismo, Marco Michielli, che ha commentato: «Si è trattato di un comportamento incivili. Spero che queste due persone possano tornare a Caorle. Saranno sempre i benvenuti».
1 commento