Verso la serata dei Diversity Media Awards 2017



Manca ormai poco. Lunedì sera i riflettori dell'UniCredit Pavilion di Milano si accenderanno sul palco dei Diversity Media Awards, la serata di gala durante la quale verranno consegnati dei riconoscimenti ai personaggi e ai contenuti media che nel 2016 hanno contribuito a una rappresentazione valorizzante delle persone e delle tematiche lgbt.
La serata, condotta da Fabio Canino e Carolina di Domenico (che sarà poi trasmessa mercoledì 7 giugno, alle ore 21.10, su Real Time), vanta il patrocinio della Commissione europea, dell’Ambasciata del Canada e del Comune di Milano. Tra gli ospiti figurano Lino Banfi, Ermal Meta, Paola Turci, Javier Zanetti, Malika Ayane, Paolo Genovese, Edoardo Leo, Syria, Ivan Cotroneo, Roberto Vecchioni, Ilaria Dallatana, Gino Strada, Ilenia Lazzarin, Paolo Sassanelli, Debora Villa, Oscar Farinetti, Michelangelo Tommaso, Matteo Bordone, Daniele Gattano, Antonio Ornano, Drusilla Foer, Carla Gozzi, Giacomo Mazzariol, Julian Hargreaves. Sono previsti anche numerosi contributi video, fra i quali anche quello di Roberto Saviano.
A concorrere come “Personaggio dell'anno” troveremo i nomi di Maria De Filippi, Jovanotti, Luciana Littizzetto, Roberto Mancini, J-AX, Rachele Bruni. Fra i nominati anche Michele Bravi, Lodovica Comello, Zerocalcare, Cleo Toms, Perfetti sconosciuti, Italia's Got Talent, Un medico in famiglia, Gomorra, Un posto al sole, Stato civile, Uomini e donne, Pinocchio, Modern Family, Lateral.
Le nomination sono il frutto del Diversity Media Report 2016 (DMR), l'analisi qualitativa effettuata su 226 prodotti media da un gruppo di ricerca coordinato da una commissione di 12 docenti provenienti da 9 tra i principali atenei italiani. Il DMR è diviso in due sezioni: Entertainment e Informazione. Nella prima sono presi in analisi i prodotti cinematografici, televisivi, radiofonici e adv, mentre la seconda misura l'accuratezza dell'informazione TV e stampa.
Commenti