L'eurodeputato Daniele Viotti si è unito civilmente con il suo compagno



Daniele Viotti è il primo europarlamentare europeo ad essersi unito civilmente con una persona del proprio sesso. Sabato ha infatti finalmente potuto promettere eterno amore a Daniele Salaris, suo compagno da dieci anni.
La cerimonia si è svolta senza particolari fasti a causa di una vicenda familiare che ha privato Viotti dalla presenza di suo padre durante la cerimonia. L'uomo è infatti deceduto solo pochi giorni prima, dopo anni trascorsi al suo fianco per una comune battaglia per la parità di diritti. Una battaglia che forse è stata troppo lunga e che non gli ha concesso la possibilità di poter veder concretizzato quel diritto che troppo a lungo era stato negato a suo figlio da chi diceva di voler "difendere" la famiglia.

A raccontarlo è lo stesso Viotti che su Facebook scrive:

Sabato mi sono unito con Daniele, il mio compagno. Doveva essere un giorno di festa, l'inizio di un percorso che seguiva un importante traguardo politico e con cui rilanciavamo il nostro impegno verso il raggiungimento della pura uguaglianza. Avrei voluto condividere la gioia della mia unione con tutte e tutti voi, ma non l'ho fatto perché qualche giorno prima della celebrazione è venuto improvvisamente a mancare mio padre.
Abbiamo deciso di unirci lo stesso perché la nostra battaglia, che mio padre sosteneva in tutto e per tutto, non doveva fermarsi. Perché bisogna ripartire e affrontare tutte le cose, anche quelle più brutte e drammatiche. Mi è stato insegnato così. È stato giusto così. Ve lo scrivo oggi perché non sono stati giorni facili. Ma so anche che da questo bisogna ripartire.
1 commento