Napoli, tornano le minacce di Forza Nuova dirette al Pride



Forza Nuova è tornata a dare sfoggio della sua intolleranza con alcuni manifesti abusivi indirixzzati contro il gay pride di Napoli. In un comunicato stampa con cui il partito neofascista rivendica il gesto, i camerata dell'organizzazione affermano che «Con questo striscione, affermiamo che a Napoli c’è chi non si arrende al perbenismo e al pensiero unico che caratterizza la società di oggi, una società malata e priva di valori. Affermiamo che nel 2017 ci sono ancora giovani che rinunciano alle droghe e al politicamente corretto, giovani che rinunciano ad una vita sterile e senza emozioni, giovani che non hanno paura di pensarla in maniera diversa in una città difficile. Non abbiamo bisogno di minacciare le singole persone o un’ associazione, perché non facciamo della violenza un nostro strumento politico, possiamo soltanto affermare però, che ci faremo sentire al mediterranean pride of Neaples».
Insomma, sostengono che tra le loro file ci siano dei ragazzi che nel 2017 credono ancora nei "valori" di una razza ariana che deve sopraffare le altre, credono nell'uso della religione come un qualcosa che legittimi l'impiego da parte di Putin di fosforo bianco con cui bruciare vivi i bambini islamici e credono che l'oidio sia la chiave con cui poter dare senso a vite inutili in cui l'essersi scopati una donna sia il massimo che sono in grado di sbandierare ai quattro venti.
Immancabili sono anche le minacce con cui il patito neofascista sta cercando di ottenere visibilità mediatica dopo aver investito molti sforzi nella creazione di pseudo-associazioni che svendessero la loro ideologia come un volere divino.
Interessante è anche osservare come tra le righe i camerata di Forza Nuova dichiarino di aver avuto la tentazione di essere gay e di aver avuto grandi difficoltà a trovare il coraggio di andare a letto con una donna dato che spergiurano di aver "scelto" il loro orientamento sessuale.

Commenti